giovedì 9 gennaio 2014

TOP5 - MIGLIORI AVVENTURE GRAFICHE


Prima Top5 dopo il rientro dalle vacanze natalizie. Questa volta è una classifica molto personale, più delle altre volte, e anche difficile per me da stilare: Top5 BEST GRAPHIC ADVENTURES. Premetto che sono fan sfegatato di tutte le avventure grafiche, o anche più volgarmente i "giochi punta e clicca". Negli ultimi anni purtroppo questo tipo di giochi sono un po' andati nel dimenticatoio per vari motivi e di questo sono molto dispiaciuto. Ma non perdiamoci in inutili sentimentalismi, c'è una classifica che ci aspetta. Demo siglaaa...


5) BROKEN SWORD: IL SEGRETO DEI TEMPLARI

Prodotto da Revolution Software e uscito nel 1996, Broken Sword apre questa Top5 con la quinta posizione. Protagonista della storia un giovane turista americano molto simpatico e spigliato, che si trova a Parigi, almeno all'inizio, e una fotoreporter carina che, ovviamente, finirà con l'invaghirsi del bel turista. Bella e interessante la trama, semplice all'inizio ma che si sviluppa in maniera coinvolgente e misteriosa col susseguirsi del gioco. Belle le varie location che si visitano durante il gioco e davvero notevole la grafica a metà tra i vecchi punta e clicca pixelosi e le più moderne avventure super 3d. Nota a margine, interessante la possibilità di morire in diversi punti del gioco, era d'obbligo salvare spesso quando ci giocavi.

4) SAM & MAX: HIT THE ROAD

Quarta posizione per una pietra miliare delle avventure grafiche, sviluppata dall'ormai (ahimè) stecchita LucasArts e uscita nel 1993, chi ha giocato almeno una volta a questo gioco se lo ricorderà a vita. I protagonisti, per l'appunto il cane Sam e il coniglio Max, sono tratti da un fumetto americano di Steve Purcell e sono la coppia più strana, delirante, psichedelica e demenziale mai apparsa nel mondo digitale. Il gioco incarna perfettamente lo stile LucasArts , Sam & Max sono due investigatori privati che dovranno ritrovare lo scomparso Bigfoot "Bruno il piedone"...e ho detto tutto. Gameplay eccellente e risate assicurate. Nota di merito finale, a mio personale parere, va alla soundtrack di quest'avventura...SPETTACOLARE.

3) WOODRUFF AND THE SCHNIBBLE OF AZIMUTH

Medaglia di bronzo per quest'anomalissima avventura grafica prodotta da Sierra Entertainment e uscita nel 1995, una volta imparato a pronunciare il nome tutto il resto è una passeggiata. Woodruff and the Schnibble of Azimuth rappresente quasi un'anomalia nel sistema. Negli anni in cui LucasArts regnava incontrastata sul mercato dei punta-e-clicca questo gioco si guadagno una bella fetta di fan, cosa veramente non facile all'epoca. La trama del gioco, ambientato in un futuro post apocalittico, è tanto complicata quanto piacevole e divertente, il protagonista Woodruff, nel tentativo di salvare il suo "paparino" dalle grinfie di sconosciuti rapitori, si troverà in realtà a salvare, inconsapevolmente all'inizio, tutto il pianeta terra. Nota di demerito questa volta per le musiche e gli effetti sonori del gioco, decisamente sotto il livello medio delle avventure grafiche dell'epoca.

2) MANIAC MANSON: DAY OF TENTACLE

Sviluppato da LucasArts e uscito nel 1993, The Day of Tentacle...e non c'è bisogno di aggiungere altro. Quando parliamo di giochi sviluppati da LucasArts parliamo indubbiamente di "must have" per gli appassionati del genere, in più Day of Tentacle è un c***o di capolavoro, ovviamente a parere personale del sottoscritto. La storia è quella di un tentacolo (si esatto un tentacolo) che vuole conquistare il mondo. I tre protagonisti del gioco, Bernard, Hoagie e Laverne dovranno cercare di impedirglielo. Il motore è quello classico SCUMM, ma DoT introduce delle varianti carinissime che rendono il gameplay più che mai piacevole e divertente. La possibilità di controllare tre personaggi (già introdotta in Maniac Manson in realtà) si ripresenta qui perfezionata e più divertente, inoltre il gioco si sviluppa su tre periodi temporali: passato, presente e futuro, e questo rende il tutto ancor più interessante. Infine, last but not least, il tutto è condito con il classico umorismo demenziale, che io amo da morire, made in Lucas Arts. Nota di merito per la grafica, coloratissima e mai ripetitiva.

1) MONKEY ISLAND 2: LECHUCK'S REVENGE

Standing ovation per la prima posizione, sviluppato da Lucas Arts e uscito nel 1991, Monkey Island 2: LeChuck's Revenge prende la medaglia d'oro nella Top5 di oggi e nel mio cuore forever. Ho deciso di inserire il secondo capitolo della saga e non l'intera saga al primo posto perché secondo me questo è IL capolavoro e inoltre è l'ultimo in cui ha lavorato il creatore della saga stessa, ovvero Ron Gilbert. La storia è...oddio la storia è un casino e molto spesso ha poco senso, ma questo ci piace assaje. Fondamentalmente impersoniamo un pirata (o pseudo tale) "Guybrush Threepwood", che deve combattere contro il suo acerrimo nemico "Il pirata fantasma LeChuck" e tentare di riconquistare il suo amore "Il governatore di varie isole Elaine Marley", e in mezzo buttiamo anche un bel tesoro che non fa mai male. La grafica, la colonna sonora, il gameplay, la storia, la caratterizzazione dei personaggi, tutto in questo gioco contribuisce a rendere questa avventura grafica la migliore mai realizzata nella storia dei videogiochi. Nota di merito:"Prendi scimmia" secondo me è la cosa più fottutamente geniale mai inventata nella storia dei videogiochi, chi ha giocato a MI2 sa di cosa parlo.



Commentati, pareri, impressioni, offese, nomi, cose, animali, città, insomma il solito a voi.


Andrea

1 commento:

  1. Day of the Tentacle per quel che mi riguarda è medaglia d'oro! :)

    RispondiElimina